Una piazza per la Poesia

Una piazza per la poesia

Una piazza per la poesia
VI Edizione
Napoli protagonista della Giornata Mondale della Poesia (UNESCO)
16-31 maggio Piazza del Plebiscito e Libreria Treves

La poesia come veicolo universale di espressione del pensiero e della creatività: la Libreria Treves, insieme alla Pixel’06 e la rete di associazioni collegate, si conferma punto di riferimento per la cultura a Napoli promuovendo la VI edizione di “Una piazza per la poesia”, che si svolgerà tra il 16 marzo e il 31 maggio in Piazza del Plebiscito, presso la sala della Libreria Treves e tra i portici di San Francesco di Paola. Tra gli eventi principali il ricordo di Mario Luzi (sabato 24 marzo) e la maratona di poesia “Io leggo in piazza” (domenica 25 marzo).

La manifestazione, che prevede un ciclo di iniziative lungo un percorso di sensibilizzazione culturale e di recupero del senso della bellezza artistica, culminerà il 21 marzo nella Giornata Mondiale della Poesia, istituita nel 1999 dall’UNESCO per promuovere la conoscenza della poesia e incentivare nei giovani un ritorno alle proprie radici culturali. Il 21 marzo, inizio della primavera nell’emisfero nord, è stato scelto come data simbolica per la fioritura di un nuovo approccio alla produzione poetica. Nello stesso giorno l’UNESCO celebra anche la Giornata dedicata all’eliminazione delle discriminazioni razziali.

La VI edizione di “Una piazza per la poesia” si articolerà attraverso:
• reading con il contributo di circa 150 poeti italiani e stranieri
• seminari, convegni, laboratori, incontri sui significati della poesia
• mostre iconografiche ispirate al mondo della poesia
• performance di lettura o recitazione poetica integrata da esibizioni di artisti, che spazieranno dalla musica alle arti visive
• proiezioni di video e diapositive.

Con queste iniziative la Libreria Treves conferma il successo di una formula nata nel 2007 e che ha visto, nel corso delle precedenti edizioni, avvicendarsi nella “piazza della poesia” poeti noti e meno noti, associazioni, case editrici, musicisti e attori con l’unico scopo di trasmettere emozioni, comunicare mondi interiori, conoscere esperienze e vite diverse, ritrovare il senso della comunità.

Tra i principali appuntamenti di “Una piazza per la poesia”, che verrà presentata dai curatori venerdì 16 marzo alle ore 16,30 presso la Libreria Treves:
•Venerdì 16 marzo, ore 17,00:
-Presentazione dell’antologia “La generazione entrante. Poeti nati negli Anni Ottanta”
(a cura di Matteo Fantuzzi, Ladolfi editore)
Introduce: Bruno Galluccio
Intervento critico: Matteo Fantuzzi
Saranno presenti i poeti Francesco Iannone e Anna Ruotolo. Letture a cura di Cinzia Cordella.
-Presentazione del libro “Ritorno ai delfini” di Maria Giovanna Luini. Interviene Lorenza Caravelli.

•Mercoledì 21 marzo, ore 17,00
-La casa editrice Photocity presenta le proprie pubblicazioni di poesia
-Intervengono gli autori Arnolfo Petri e Massimo Salvatori
-Proiezione di un video di Luciano De Fraia per ricordare l’artista prematuramente scomparso; presentazione a cura di Michela Maiello di Pixel06
-Lo scrittore Gabriele Aprea propone narrazioni ispirate ai suoi racconti umoristici
-Letture dei poeti Ugo Piscopo, Maria Grazia Calandrone, Anna Toscano, Filippo Strumia

•Sabato 24 marzo ore 18,00
-Ricordo di Mario Luzi
-Proiezioni di video e diapositive riguardanti il poeta
-Testimonianze e presentazione critica di Caterina Trombetti
-Letture e contributo critico di Antonietta Gnerre.

•Domenica 25 marzo, dalle ore 10,30
-“Io leggo in piazza”: reading non stop di poesie e racconti brevi.
-L’Associazione Pen Club proporrà una serie di letture dedicate a scrittori perseguitati.

Ufficio Stampa e Comunicazione Integrata Pixel ‘06
Antonella Cozzi: tel. 380 78 88 352
e-mail: unapiazzaperlapoesia2012@gmail.com
Libreria Treves – Tel. 081 76 40 858

La Poesia ha anche le sue “piazze virtuali” su:
Facebook: Una Piazza Per La Poesia: http://www.facebook.com/UnaPiazzaPerLaPoesia
Twitter: Piazza per la poesia: https://twitter.com/intent/tweet?source=webclient&text=Here

I commenti sono chiusi.